Tim Cook esprime dubbi: "Non sono al 100% sicuro che Apple possa fermare le allucinazioni dell'IA"

Tim Cook esprime dubbi: "Non sono al 100% sicuro che Apple possa fermare le allucinazioni dell'IA"

> Tim Cook è fiducioso che l'Intelligenza Artificiale di Apple sarà di "altissima qualità".

Il CEO di Apple, Tim Cook, ha recentemente discusso delle sfide che l'azienda affronta con l'introduzione del nuovo sistema Apple Intelligence durante un'intervista con The Washington Post. Cook ha espresso incertezza riguardo alla capacità della tecnologia di prevenire completamente le cosiddette "allucinazioni" dell'IA, ovvero le risposte false o fuorvianti generate dai sistemi di intelligenza artificiale.

Nonostante l'impegno di Apple, Cook ha ammesso: "Ho la confidenza che sarà di alta qualità, ma onestamente non posso affermare che sia perfetto al 100%". Queste dichiarazioni sono emerse in seguito all'annuncio, fatto durante la Worldwide Developers Conference di lunedì, del lancio di Apple Intelligence, che porterà funzionalità basate sull'IA a dispositivi come iPhone, iPad e Mac. Queste funzionalità includeranno la generazione di risposte email, la creazione di emoji personalizzate, la sintesi del testo e altro ancora.

L'introduzione di questa tecnologia non è priva di rischi, come dimostrano recenti episodi legati ad altri sistemi di IA. Ad esempio, il mese scorso un'intelligenza artificiale alimentata da Google Gemini ha suggerito erroneamente di usare la colla per attaccare il formaggio sulla pizza. Inoltre, un bug di ChatGPT ha generato risposte senza senso.

Parallelamente, Apple ha annunciato una collaborazione con OpenAI per integrare ChatGPT con Siri. La celebre assistente vocale di Apple si avvarrà di ChatGPT per rispondere a domande particolarmente complesse, richiedendo però sempre il consenso dell'utente prima di procedere. Durante una dimostrazione, è stato mostrato un disclaimer che invitava a verificare la correttezza delle informazioni ricevute.

Cook ha scelto OpenAI per la partnership valutando positivamente la loro attenzione alla privacy e la qualità del loro modello. Inoltre, Cook ha lasciato intendere la possibilità di future collaborazioni con altri partner. Infatti, Craig Federighi, senior vice president di Apple, ha suggerito durante una sessione live post-keynote che potrebbe essere integrato anche Google Gemini su piattaforme iOS in futuro.

Logo AiBay