🏗️ Il sito è in costruzione.

CEO di Zoom propone i cloni AI per le riunioni, rivoluzionando il modo di lavorare

CEO di Zoom propone i cloni AI per le riunioni, rivoluzionando il modo di lavorare

> Perché fare meno riunioni quando puoi semplicemente inviare il tuo clone AI?.

Oggi ho avuto il piacere di parlare con Eric Yuan, CEO di Zoom, e la conversazione si è rivelata inaspettatamente stimolante. Eric ha fondato Zoom dopo aver lavorato per Cisco, dove si è reso conto dell'opportunità di semplificare e rendere più accessibile la videoconferenza. Il successo di Zoom è stato straordinario, soprattutto durante la pandemia. Tuttavia, dopo l'esplosione iniziale dell'utilizzo, la frequenza d'uso ha subito una flessione e l'azienda si trova ora di fronte a nuove sfide commerciali.

Eric ha visioni ambiziose per il futuro di Zoom, che vanno ben oltre la sua identità iniziale di piattaforma per videochiamate. Vuole competere nel mercato del software aziendale con giganti come Microsoft e Google, ampliando i servizi di Zoom per includere documenti, email e altri strumenti di produttività. Inoltre, come molte altre aziende nel settore tecnologico, Zoom sta investendo pesantemente nell'intelligenza artificiale (IA).

Una delle idee più rivoluzionarie discusse durante l'intervista è stata quella del "gemello digitale", un avatar generato tramite IA che potrebbe partecipare a riunioni di Zoom al posto degli utenti, prendendo persino decisioni. Questo potrebbe drasticamente ridurre il tempo dedicato dalle persone alle riunioni, liberandole per attività ritenute più importanti.

Spostando la conversazione sui nuovi sviluppi, Eric ha parlato dell'introduzione delle funzionalità di IA in Zoom, che segnano l'ingresso dell'azienda in una nuova fase, definita Zoom 2.0. Questo aggiornamento non si limita alla videoconferenza, ma si estende a tutto il panorama della collaborazione lavorativa e della produttività supportata dall'IA. Yuan ha evidenziato come l'AI non solo automatizzerà compiti ripetitivi, ma altererà anche il nostro approccio al lavoro, puntando a una riduzione delle giornate lavorative e all'aumento del tempo libero disponibile per la famiglia o per attività creative.

In conclusione, l'ostruzione delle prospettive future secondo Yuan, punta a trasformare il modo in cui interagiamo con la tecnologia e tra di noi. L'impegno di Zoom nell'intelligenza artificiale potrebbe non solo cambiare il panorama lavorativo ma ridefinire il concetto stesso di collaborazione a distanza.

Logo AiBay