🏗️ Il sito è in costruzione.

SoftBank, proprietario di Arm, annuncia un profitto di £1,2 miliardi puntando sull'AI

SoftBank, proprietario di Arm, annuncia un profitto di £1,2 miliardi puntando sull'AI

> Investitore tecnologico guida un round di finanziamento da 800 milioni di sterline nella società britannica di software per auto a guida autonoma Wayve.

L'investitore tecnologico giapponese SoftBank ha registrato un profitto per il secondo trimestre consecutivo, cercando di ribaltare le proprie prestazioni in vista di grandi investimenti pianificati nell'intelligenza artificiale. Nella sua ultima comunicazione finanziaria, SoftBank ha segnalato un utile netto di 231 miliardi di yen (circa 1,18 miliardi di sterline) nei primi tre mesi del 2024, rispetto alla perdita di 57,6 miliardi di yen dello stesso periodo dell'anno precedente.

Sebbene i guadagni trimestrali abbiano mostrato una performance positiva, questi non sono stati sufficienti a compensare le perdite accumulate durante il resto dell'anno fiscale, con l'investitore giapponese che ha concluso i 12 mesi al termine di marzo con la sua terza perdita annuale, ammontante a 227 miliardi di yen.

Nonostante ciò, SoftBank ha ottenuto notevoli guadagni dai suoi investimenti, incluso quello nella società britannica di progettazione di chip Arm, che si spera diventi il fulcro di una nuova strategia focalizzata sull'AI, guidata dall'amministratore delegato Masayoshi Son. Anche se i guadagni derivanti da Arm non influenzano direttamente i profitti di SoftBank, essendo Arm una sua sussidiaria, il valore delle sue azioni quotate alla borsa di New York Nasdaq è aumentato del 60% nel corso del 2024. Nikkei Asia ha riportato domenica che Arm prevede di sviluppare chip per AI con l'obiettivo di lanciare i primi prodotti nel 2025.

Masayoshi Son ha trasformato SoftBank in uno degli investitori più importanti al mondo, puntando sui servizi internet, come il sito di e-commerce cinese Alibaba, e distinguendosi anche come distributore di telefoni cellulari. L'executivo, noto per le sue dichiarazioni audaci, ha utilizzato i guadagni degli investimenti per effettuare scommesse sempre più audaci su aziende tecnologiche, ottenendo anche il sostegno dell'Arabia Saudita per i suoi SoftBank Vision Funds focalizzati sulla tecnologia. Sebbene la valutazione delle sue aziende sia schizzata alle stelle durante il boom tecnologico della pandemia di coronavirus, dopo lo scoppio della bolla SoftBank ha attraversato un periodo di ritracciamento, nonostante la ferma convinzione di Son nei rapidi avanzamenti tecnologici.

SoftBank ha recentemente guidato un round di finanziamento da 1 miliardo di dollari (circa 800 milioni di sterline) nella compagnia britannica di tecnologia per la guida autonoma Wayve, mentre Bloomberg ha riportato che è in trattative per acquisire il produttore britannico di chip per AI Graphcore.

Nonostante le previsioni indicassero un possibile ritorno alle perdite nell'ultimo trimestre, il mantenimento di un bilancio in attivo potrebbe facilitare per Son la giustificazione di ulteriori grandi investimenti. Tuttavia, i Vision Funds sostenuti dall'Arabia Saudita non hanno registrato le stesse performance positive degli altri investimenti di SoftBank nei primi tre mesi dell'anno, evidenziando una perdita di valore di 115 miliardi di yen, influenzata notevolmente dal fallimento della società di affitto uffici WeWork, che ha presentato il Chapter 11 negli Stati Uniti a novembre, e per la quale Son aveva espresso un forte e costoso sostegno.

Logo AiBay