🏗️ Il sito è in costruzione.

Ecco tutti i modelli di iPhone che supporteranno le nuove funzionalità AI di Apple (per ora)

Ecco tutti i modelli di iPhone che supporteranno le nuove funzionalità AI di Apple (per ora)

> Vuoi provare tutte le incredibili novità AI di iOS 18 in arrivo al WWDC? Potresti dover fare un aggiornamento..

Apple si prepara a svelare le ultime novità in tema di intelligenza artificiale durante la sua conferenza annuale per sviluppatori, la WWDC. Dopo due anni di silenzio sugli sviluppi in questo settore, lunedì prossimo il gigante di Cupertino condividerà con il pubblico una serie di funzionalità, alcune delle quali destinate a trasformare significativamente l'esperienza utente sui dispositivi più recenti.

Le novità attese includono un Siri rinnovato, strumenti di sintesi avanzati, una schermata iniziale più personalizzabile, editing foto basato su AI e molto altro. Tuttavia, secondo quanto riportato da Bloomberg, per sfruttare queste funzionalità sarà necessario possedere un iPhone 15 Pro o un modello ancora da lanciare quest'anno.

Le motivazioni dietro questa scelta sembrano legate alle esigenze hardware, specificamente alla capacità di elaborazione necessaria per gestire le funzioni di intelligenza artificiale, in particolare quelle che richiedono un processing diretto sul dispositivo. Questo tipo di elaborazione garantisce una maggiore sicurezza delle informazioni e riduce i tempi di latenza. Tuttavia, i modelli più vecchi di iPhone potrebbero non avere sufficiente potenza di calcolo per supportare queste operazioni avanzate, che dipenderanno da una combinazione di elaborazione sul dispositivo e in cloud a seconda della complessità del compito.

In particolare, queste funzioni richiederanno il chipset A17 Pro, attualmente disponibile solo sugli iPhone 15 Pro e iPhone 15 Pro Max. Gli iPhone 15 e iPhone 15 Plus, che montano il chipset A16 Bionic, non saranno compatibili.

Per gli utenti di Mac e iPad, le notizie sono più positive: per l'uso delle funzionalità AI basterà avere un dispositivo con chip M1 o superiore. Con iPad e Mac che ora sono arrivati rispettivamente ai chip M4 e M3, anche gli utenti con dispositivi non all'ultimo grido hanno qualche opzione in più.

Per chi non possiede un iPhone 15 Pro e non prevede di aggiornare il proprio dispositivo nel prossimo futuro, ci sono comunque buone notizie: alcune delle nuove funzionalità di iOS 18 basate su cloud saranno disponibili. Chi desidera però godere pienamente delle innovazioni di iOS 18 potrebbe considerare un aggiornamento futuro del proprio device.

Per rimanere aggiornati sulle ultime novità dalla WWDC, tra annunci, analisi e prove pratiche delle tecnologie più recenti, è possibile seguire le coperture giornalistiche su piattaforme come ZDNET.

Logo AiBay