USA: nuovi distributori di munizioni con riconoscimento facciale

USA: nuovi distributori di munizioni con riconoscimento facciale

> Supermercati in Alabama, Oklahoma e Texas utilizzano distributori automatici con AI per vendere proiettili tramite scansione facciale.

L'introduzione di distributori automatici di proiettili dotati di tecnologia di riconoscimento facciale basata sull'intelligenza artificiale sta suscitando dibattito in alcuni stati americani.

Come riportato dal Tuscaloosa Thread dell'Alabama, diversi supermercati in Alabama, Oklahoma e Texas hanno installato questi innovativi dispositivi per la vendita di munizioni. L'azienda texana American Rounds è la mente dietro questa controversa tecnologia.

I distributori sono equipaggiati con software di riconoscimento facciale e AI che, secondo quanto dichiarato, consentirebbero di verificare con precisione l'identità e l'età di ogni acquirente. Il processo d'acquisto è piuttosto semplice: l'utente si avvicina al chiosco, presenta un documento d'identità e si sottopone a una scansione facciale. Se l'identità viene confermata, la macchina eroga la confezione di proiettili.

Reazioni contrastanti

L'iniziativa ha sollevato reazioni contrastanti. I critici temono che possa incentivare un uso eccessivo delle armi negli Stati Uniti e sollevano dubbi sulla tutela della privacy degli utenti. I sostenitori, d'altra parte, ritengono che questi dispositivi possano contribuire a ridurre i furti di munizioni e le vendite illegali ai minori.

La città di Tuscaloosa ha già preso provvedimenti, rimuovendo almeno uno di questi distributori in seguito a un'indagine del consiglio comunale sulla loro legittimità.

L'introduzione di questa tecnologia solleva importanti questioni etiche e legali riguardo alla regolamentazione della vendita di munizioni e all'uso dell'intelligenza artificiale in contesti sensibili come questo.

Logo AiBay