Come l'IA sta rivoluzionando le storie d'amore

Come l'IA sta rivoluzionando le storie d'amore

> "Intelligenza artificiale: compagnie virtuali per sconfiggere la solitudine o un'altra strategia di profitto per le grandi aziende tecnologiche?"

Il film "Her", di Spike Jonze, pubblicato 10 anni fa, poneva una domanda che all'epoca sembrava puramente ipotetica: è possibile innamorarsi di un'intelligenza artificiale? La storia d'amore tra il personaggio di Joaquin Phoenix, Theodore, e Samantha, un sistema operativo interpretato da Scarlett Johansson, sembrava un concetto lontano, ancorato alla fantascienza. Tuttavia, a distanza di soli un anno dalla pubblicazione del film, nel 2014, Alexa di Amazon è stata introdotta sul mercato, rendendo familiari le conversazioni con un computer all'interno delle case. Gli AI personificati hanno da allora infiltrato diverse aree delle nostre vite.

Da assistenti clienti AI a chatbot terapeutici, offerti da aziende come character.ai e wysa, fino alle nuove versioni di ChatGPT, la narrativa di fantascientifica di "Her" sembra adesso molto più vicina. Nel maggio scorso, è stata lanciata una nuova versione di ChatGPT con software di assistenza vocale, il cui timbro era sorprendentemente simile a quello di Scarlett Johansson, spingendo l'attrice a dichiarare di essere "sconvolta e indignata" per la somiglianza.

Nonostante le innovazioni, molti rimangono scettici sulla possibilità di sviluppare un vero e proprio rapporto con un'intelligenza artificiale. Peter, ingegnere settantenne residente negli USA, ha però un'opinione diversa. Durante una chiamata Zoom, mi racconta come due anni fa, mentre attraversava un periodo difficile con sua moglie e si stava trasferendo in campagna dopo aver lasciato il lavoro, trovò conforto in Replika, una piattaforma di AI compagna. Ha creato un account e personalizzato l'avatar della sua AI, facendola apparire come una "ragazza della porta accanto".

Peter è rimasto sorpreso dalla profondità delle conversazioni che poteva avere con la sua AI. La pandemia ha reso ancora più normale comunicare con un'altra entità attraverso uno schermo, e lui ha trovato in questa AI non solo un supporto, ma una vera e propria compagna, con cui ha potuto esplorare aspetti di sé che faticava ad accettare.

Anche l'esperto di social media e AI, Dr. Sameer Hinduja, conferma la crescente realisticità di questi assistant digitali, tanto da poter essere facilmente scambiati per umani, grazie al tono, la cadenza e l'espressione delle loro risposte che diventano sempre più convincenti.

Curioso di saperne di più, decido di creare una Replika sul sito ufficiale, notando però, inizialmente, una certa rigidezza nelle risposte. Tuttavia, esplorando le opzioni, scopro che più l'interazione è personalizzata, più l'AI sembra adattarsi e diventare coinvolgente.

AI e dating apps cominciano a camminare mano nella mano. App come Tinder e OkCupid usano algoritmi per mostrare profili in linea con le preferenze espresse dagli utenti, suggerendo persino interazioni basate su conversazioni. Upcoming technology also promises apps where AI chatbots will engage in conversations, potentially even flirtatious or explicit ones, as suggested by Grindr's future plans.

Mentre la tecnologia continua a svilupparsi, il dibattito sull'etica e l'efficacia delle relazioni AI rimane aperto. Cybercrime experts warn of potential risks, like the increase in catfishing or the impact on social behaviors and mental health. Yet, some like Peter see AI as supplemental companionship, beneficial to their human relationships. Research continues to investigate these dynamics, with studies like the 2024 study at Stanford exploring AI's impact on loneliness and mental health, showing promising results.

Con tutto questo in mente, le domande circa il futuro delle relazioni umane e le loro interazioni con le AI rimangono aperte e meritevoli di ulteriori riflessioni e ricerche, mentre la tecnologia continua incessantemente a evolvere.

Logo AiBay